Centro di rieducazione sonico vibrazionale

Rieducazione Sonico Vibrazionale

Il metodo di rieducazione sonico-vibrazionale si evolve dalle ricerche di Alfred Tomatis, medico francese specializzato in otorinolaringoiatria, fondatore dell'AUDIO PSICO FONOLOGIA. Tale disciplina si propone di intervenire sull'ascolto, aprendolo, migliorandolo.
Ascoltare significa prestare attenzione, cogliere efficacemente i messaggi elaborando una risposta adeguata; rappresenta la base del linguaggio e della comunicazione, un varco tra noi, il nostro mondo interiore, e l'altro, l'universo che ci circonda.

Questo spazio web nasce con l'intento di diffondere gli studi e le scoperte del dr. Alfred Angelo Tomatis:

per far conoscere i campi di applicazione del metodo;

per condividere le ricerche effettuate sul metodo;

per consentire la lettura della documentazione sul metodo pubblicata sulla rete a livello internazionale, tradotta in italiano;

per raccogliere gli argomenti e le pubblicazioni che la ricerca scientifica porta avanti su argomenti connessi con le intuizioni del dr. Tomatis.

A più di 50 anni dalle sue prime scoperte, il metodo e le attrezzature messe a punto dal prof. Tomatis sono impiegate con successo in tutto il mondo da molti professionisti. Le scoperte del dr. Tomatis hanno ispirato diversi ricercatori che le hanno utilizzate come punto di partenza per evoluzioni strumentali e terapeutiche in vari ambiti specifici.

Articoli recenti.

L’impatto della musica sul metabolismo

Riassunto. Lo studio della musica in medicina è un campo in rapida ascesa che in passato è stato ampiamente indirizzato all'impiego della musica come terapia complementare. Sempre più interesse si ...Leggi altro
Categorie : metabolismo, musica, prematuri, Sistema immunitario. . »

L’ascolto di musica in gravidanza influenza il comportamento del neonato

In questo articolo del 2011 Ravindra Arya e colleghi hanno selezionato primigravide fra i 19 e i 29 anni, senza malattie croniche, sordità, gravide di un unico feto, con un’età ...Leggi altro
Categorie : gravidanza, musica. . »