Centro di rieducazione sonico vibrazionale
Cosa fare in caso di tinnito
  1. Prima di tutto effettuare una visita specialistica otorinolaringoiatrica in modo da accertare se l’acufene derivi da una eccessiva secrezione di cerume, da un problema temporo-mandibolare; da un neurinoma del nervo acustico.
  2. Effettuare cambiamenti nello stile di vita, per esempio ridurre i livelli di stress, ridurre l’apporto di sostanze tossiche:
  • ridurre o eliminare farmaci ototossici e sostanze ototossiche dalla dieta (per esempio la caffeina);
  • ridurre il consumo di cibi acidificanti e considerare l’adozione di una dieta alcalinizzante;
  • considerare una supplementazione nutrizionale con minerali che rendono ottimale il funzionamento dell’orecchio
  • sottoporsi alla terapia d’ascolto.

Cose da evitare:

Farmaci che possono causare o peggiorare gli acufeni.
I farmaci definiti ototossici hanno come effetto collaterale quello di danneggiare il nervo uditivo e le cilia delle cellule sensoriali. Una volta ingeriti, inalati, o assorbiti attraverso la pelle, entrano nel flusso sanguigno e raggiungono le orecchie dove causano un danno che si manifesta con la comparsa di un suono fantasma – acufene -, una lieve perdita d’udito, o, in casi più rari, una perdita grave.

Più di 260 farmaci riportano fra i loro effetti collaterali il tinnito.(per un elenco completo clicca qui)
Le principali categorie a cui prestare attenzione sono le seguenti:
  • Antibiotici aminoglicosidici: (Streptomicina, Neomicina, Gentamicina, Kanamicina, etc.);
  • Antibiotici glicopeptidici: (Vancomicina, etc.);
  • Antibiotici macrolidi: (Eritromicina – ototossicità temporanea; etc.);
  • FANS: (Acido Acetilsalicilico – Aspirina; Ibuprofene, Ketoprofene, Fenilbutazone, etc.)
  • Diuretici: (Furosemide, etc.)
  • Chemioterapici antineoplastici: (Cisplatino, Vincristina, Vinblastina, Bleomicina, etc.)
  • Antimalarici: (Chinino, Clorochino, etc.)

Alimenti. Fra i cibi, le bevande e i farmaci ototossici che possono innescare o esacerbare il tinnito troaspersourcesviamo:

    • Aspartame: si trova in molti cibi e bevande “senza zucchero”. E’ un neurotrasmettitore eccitatorio, che significa che aumenta l’attività cerebrale. L’ultima cosa che si vuole, nel caso in cui il tinnito derivi da un’ipereccitabilità delle cellule cerebrali, è di eccitarle ulteriormente! Per ulteriori informazioni:  http://www.holisticmed.com/aspartame/.
    • Caffeina: il caffè, ma anche tutti gli altri alimenti che la contengono come il te, le bevande a base di Cola, la cioccolata.
  • Glutammato di sodio: è un comune addittivo utilizzato per rendere il cibo più samonosodium-glutamate-side-effects-300x225porito. Il glutammato è un neurotrasmettitore utilizzato dalle cellule ciliate. Come nel caso dell’aspartame, l’ultima cosa che si vuole mangiare è qualcosa che aumenti l’attività neurale!