Centro di rieducazione sonico vibrazionale
Neuromusica e ictus

Da vario tempo si parla dell'impiego della musicoterapia nel trattamento dell'ictus in fase post-acuta e cronica.

Da Repubblica.it la segnalazione di uno studio che ha dimostrato un miglioramento nel recupero della memoria verbale, dell'attenzione e dell'umore nel gruppo di pazienti sottoposti all'ascolto di musica.

Nell'articolo che segue, Victoria Gill per la BBC racconta di uno studio in corso presso il Beth Israel Deaconess Medical Centre e l'Harvard Medical School a Boston, USA, in cui è stato insegnato ai pazienti colpiti da ictus a cantare, ottenendo così un miglioramento nel recupero della loro capacità di parlare.

A tal proposito, il neuroscienziato Aniruddh Patel sostiene che: "La musica illumina varie zone del cervello – non è soltanto uno spot nella corteccia uditiva"

Nell'articolo scientifico che segue, viene riportato uno studio riguardante l'impiego della musicoterapia in pazienti colpiti da ictus al fine di migliorarne l'umore e lo stato d'ansia.

Kim DS, Park YG, Choi JH, Im SH, Jung KJ, Cha YA, Jung CO, Yoon YH. Yonsei Med J. 2011 Nov;52(6):977-81.

Alle stesse conclusioni arriva anche lo studio pilota del 2002 di Magee W.L. e colleghi (The effect of music therapy on mood states in neurological patients: a pilot study. Magee WL, Davidson JW. J Music Ther. 2002 Spring;39(1):20-9.)

 

Categorie correlate : ictus, musica. Tags : , , , .

Leave a comment

  Nome  -  necessario             E-mail  - necessaria -  non verrà pubblicata